Ristorante o trattoria???


Castelnuovo Berardenga,25 settembre 2009 – Ristorante o trattoria?

insegna
Fino a qualche tempo fa ero convinta di avere un ristorante, forse non un tre stelle, ma per l’attenzione che mettiamo nel piatto dall’acquisto della materia prima, all’elaborazione della ricetta e poi alla composizione del piatto sicuramente un buon ristorante; poi sono andata a cena in un ristorante stellato e parlando del più e del meno con il titolare, e dopo le dovute presentazioni, mi ha fatto notare che nella mia zona non ci sono ristoranti ma solo “buone”, anzi “ottime” trattorie.

Subito sono rimasta male, ho ingoiato il rospo con grande fatica poi ho riflettuto e ho controllato su wikipedia alla voce ristoranti e ho trovato questo:

“Un ristorante (dal francese “restaurant”) è una struttura edile nella quale vengono serviti cibi e bevande varie, da consumare nel locale. Il termine copre una vastissima gamma di attività commerciali e svariati tipi di cucina.

A volte i ristoranti sono parte di un complesso più grande, solitamente un albergo, nel qual caso gli ambienti per la ristorazione sono pensati per l’uso da parte degli ospiti, ma sono spesso aperti anche per clienti esterni.”

…poi ho cercato trattoria:

“La trattoria è un esercizio pubblico, prevalentemente di tipo popolare, destinato alla somministrazione dei pasti; spesso presente nei quartieri centrali popolari delle città o nei piccoli centri dove l’organizzazione del ristorante poco si giustificherebbe per il tipo di clientela.

Alcuni di questi esercizi possono essere rinomati e ricercati per la qualità dei cibi e per la caratterizzazione, quasi sempre di cucina locale-regionale, delle preparazioni.

L’economicità dei prezzi praticati è un’altra attrattiva di questi locali a cui fa riscontro una maggiore semplicità nel servizio e negli arredi.”

Bene a questo punto la valutazione è che noi abbiamo un ristorante non siamo carissimi ma proprio dire che serviamo i pasti a costi economici o popolari non credo, ma non è questo il punto.

Non penso che sia importante la denominazione trattoria o ristorante ma, cosa fondamentale, credere nel lavoro che si fa, farlo con entusiamo mettendo cuore e passione.

Non tutti sanno che facciamo tutte le settimane 90 chilometri per comprare la carne Chianina da un allevatore che macella e frolla il filetto per la tartare o la lombata per la bistecca, che compriamo frutta e verdura rigorosamente di stagione da un agricoltore della zona, che il nostro olio extravergine è toscano dop, che la nostra pasta è rigorosamente fatta da noi a mano e che non si comprano mai semilavorati; credo che la differenza sia questa e che noi si debba esserne fieri: chiamala trattoria, chiamalo ristorante, chiamalo come vuoi.

Io la chiamo qualità ed è tutto quello che abbiamo da offrire: scusa se è poco!

2 Responses so far.

  1. mariangela ha detto:

    BRAVA STEFANIA
    SONO D'ACCORDO CON TE, L'IMPORTANTE E' LA QUALITA'
    PERO' NON E' CHE CERTI RISTORATORI SE LA TIRANO UN PO' TROPPO CON LE LORO STELLE?

  2. Credo di si anche se il ristorante che ho visitato quella sera ha classe da vendere.
    Comunque credo anche che questo comportamento svilisca in primis chi parla male dei colleghi.
    Un bacione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *