La scuola di Ducasse


Parigi, 19 aprile 2008 – La scuola di Ducasse

logo

Quando l’adrenalina che ti tiene su per quattro splendidi giorni cala, le gambe e la schiena sembrano ricotta o meglio, come direbbe il nostro chef: un île flottante cotta a vapore per 30 secondi.

Come posso riassumere un’esperienza così intensa senza raccontare nei minimi dettagli la cura nella ricerca degli ingredienti, l’ordine preciso delle spezie, l’attenzione nel riporre i semilavorati nei frigoriferi, la cura con la quale il nostro chef Gaël Boulay puliva l’interno della cocotte durante le cotture: non so, forse solo mostrandovi il risultato che, mi dispiace per voi, non potrete assaporare nei profumi intensi e nella consistenza degli ingredienti così distinti e così ben amalgamati fra loro.
pasta

(Gaël che accarezza la pasta per il raviolo)

 

Il viaggio è stato breve ma mi sembra che sia durato dei secoli, il gruppo era composto da tante persone con esperienze diverse, ma tutti erano li con uno scopo: imparare.
Come non parlare del nostro Ettore che, dopo una vita di più di 40 anni di esperienze, ha avuto il coraggio e la forza di mettersi in discussione e si è avvicinato, come credo tutti noi con amore ai piatti toscani rivisitati da Ducasse.

raviolo

Ed ecco uno dei tanti meravigliosi risultati di questi 2 giorni, forse il più semplice ma anche il più delicato e, per me che amo i fiori, il più etereo: con un fiore di aglio adagiato, i ravioli lunigianesi ripieni di erbette e salciccia.

Dopo tutto ciò ecco gli chef alla consegna dei diplomi. Un bacio a tutti i miei colleghi che spero vedano il blog, agli organizzatori Eurobic Toscana, Confesercenti, Confcommercio, che sono stati bravissimi malgrado fosse la prima esperienza di questo genere, e un plauso alla Provincia di Siena che è stata sponsor di questa grande esperienza.

gruppo

Tag:, , ,

3 Responses so far.

  1. Lidia ha detto:

    Ciao! sn Lidia! xkè nn hai messo le foto del nostro cheff???

  2. Perchè avevo solo la foto del nostro Chef e non del vostro, mandamela e rimedierò. Baci

  3. sandra ha detto:

    grande mamma stefy!!!
    al prossim giro alain verrà a lezione da te!:o)
    bacioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *