Tenuta di Biserno parte II


degustazione
Dopo l’aperitivo ci siamo seduti a tavola e abbiamo avuto modo di degustare i vini bianchi prodotti nella proprietà neozelandese accompagnati da un antipasto misto composto da prosciutto crudo toscano, tortino di cavolfiore, crostino al
cavolo nero e guanciale, crostino ai fegatini e carciofino sott’olio:

– Mount Nelson – Marlborough 2012 (100% Sauvignon Blanc)
viniVinificazione in acciaio, fermentazione malolattica non svolta; il colore è giallo paglierino con riflessi verdolini; al naso presenta sentori di pompelmo, fiori gialli e fieno; in bocca è fresco, abbastanza sapido, equilibrato e abbastanza persistente; frutti di mare e pesce a carne bianca.
– Ram’s Hill – Marlborough 2011 (100% Sauvignon Blanc)
Vinificazione per il 70% in barrique e 30% in acciaio, fermentazione malolattica svolta parzialmente; colore giallo paglierino; al naso presenta sentori di pesca, fiori gialli e una leggera speziatura finale; in bocca è fresco e sapido, con sentori di frutta a polpa gialla e di pepe bianco e vaniglia; primi piatti a base di pesce e crostacei.
Con tagliatelle al ragout di daino, arista al forno con cipolle rosse in agrodolce e una selezione di formaggi abbiamo iniziato a degustare i vini rossi della Tenuta:
vini– Campo di Sasso – Insoglio del cinghiale 2012
   (32%Syrah, 33% Cabernet Franc, 30% Merlot, 5% Petit Verdot)
Fermentazione in acciaio e malolattica in acciaio e barrique; il colore è rosso rubino con riflessi violacei, al naso è vinoso con sentori floreali e fruttati di mora e ciliegie nere e una leggera nota speziata di pepe nero; in bocca i tannini sono morbidi ben integrati con una fresca acidità; salumi e primi piatti con salse di cacciagione.
– Tenuta Dei Pianali – Coronato Doc Bolgheri 2008
   (40% Merlot, 35% Cabernet Sauvignon, 25% Cabernet Franc)
Fermentazione in vasche di cemento e malolattica in cemento e barrique; il colore è rosso rubino intenso; al naso rivela sentori di ciliegia, prugna, cioccolato e vaniglia; sensazioni ripetute anche in bocca con un finale abbastanza lungo; salumi e primi piatti con salse di cacciagione.
vini– Tenuta di Biserno – Il Pino di Biserno 2010
   (40% Cabernet Franc, 40% Merlot, 12% Cabernet Sauvignon, 8% Petit Verdot)
Fermentazione in acciaio e malolattica in acciaio e barrique; il colore è rosso rubino intenso; al naso presenta sentori di frutta rossa, ciliegie e prugna e una speziatura sul finale; in bocca è abbastanza equilibrato con dei tannini un po’ aggressivi dovuti alla gioventù, il finale è lungo e persistente; secondi di carne e formaggi di media stagionatura.
vini– Tenuta di Biserno – Il Pino di Biserno 2007
   (35% Cabernet Franc, 35% Merlot, 20% Cabernet Sauvignon, 10% Petit Verdot)
Fermentazione in acciaio e malolattica in acciaio e barrique; il colore è rosso rubino con riflessi porpora; al naso si percepiscono sentori di frutti di bosco maturi, cioccolato e note speziate; in bocca è molto più equilibrato del 2010, armonico ed elegante con un finale persistente; secondi di carne e formaggi di media stagionatura.
tutti i vini– Tenuta di Biserno – Biserno 2009
   (Cabernet Franc, Merlot, Cabernet Sauvignon e Petit Verdot)
Fermentazione in acciaio e malolattica in acciaio e barrique; il colore è rosso rubino intenso con riflessi porpora; al naso si presenta con sentori di lampone, confettura di frutti di bosco, sandalo, timo e spezie dolci; in bocca è equilibrato con un finale leggermente boisé; secondi di carne alla griglia e formaggi di media/lunga stagionatura.
– Tenuta di Biserno – Biserno 2010
   (Cabernet Franc, Merlot, Cabernet Sauvignon e Petit Verdot)
Fermentazione in acciaio e malolattica in acciaio e barrique; il colore è rosso rubino intenso; al naso presenta sentori di more, caffè e liquirizia; in bocca è elegante con un finale lungo e minerale; secondi di carne alla griglia e formaggi di media/lunga stagionatura.
vini
– Tenuta di Biserno – Lodovico 2008
   (Prevalenza di Cabernet Franc, Merlot e in piccola quantità Petit Verdot)
Fermentazione in acciaio e malolattica in acciaio e barrique; il naso è intenso con sentori di fiori e erbe mediterranee, ciliegia, cioccolato e liquirizia; in bocca spiccano il ribes nero e i frutti di bosco, una buona freschezza ed equilibrio nonostante la giovane età, da riassaggiare (con piacere) negli anni futuri per valutarne il grande potenziale di invecchiamento.
Per finire abbiamo degustato il Tokaij prodotto nella tenuta ungherese con una torta alle noci e gelato al cioccolato:
vini

– Baron Bornemisza – Tokaji Aszu 6 Puttonyos (100% Furmint)
Colore giallo oro ambrato; al naso rivela note speziate; in bocca presenta un buon equilibrio tra acidità e note dolci di miele e di frutta secca, sentori minerali e di tostatura; vino da meditazione, da solo o con pasticceria secca;

Dopo la splendida giornata trascorsa alla Tenuta di Biserno ci sembra doveroso ringraziare la proprietà, rappresentata da Andreas Comploj per la fantastica ospitalità, tutto lo staff della cucina e il personale di sala, la Heresdistribuzione nella persona del grande Emiliano Ercolani che ha organizzato la “scampagnata”.

Appuntamento alla prossima degustazione.
foto di gruppo

 

Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *